Comunità Pastorale "Visitazione di Maria Vergine"

 

Parrocchia SS. Salvatore (Cormano)Parrocchia S. Vincenzo (Brusuglio)Parrocchia Buon Pastore (Ospitaletto)
 
Scarica l'informatore della settimana 

 

SIR Avvenire L'Osservatore Romano TV2000   Conferenza Episcopale Italiana Testimoni Digitali FISC 

Pagina iniziale EXPO E CHIESA

Quella della Santa Sede all’Expo è «una tradizione ormai secolare». A ricordarlo è stato il cardinale Gianfranco Ravasi, commissario della Santa Sede all’Expo, sottolineando che la presenza della Santa Sede alla kermesse milanese sarà «sobria, per certi aspetti minimalista». «Il significato della presenza della Santa Sede all’Expo - ha detto il Cardinale rifedendosi al tema “Non di solo pane” - vuole essere anche simbolico: non si tratta soltanto di un padiglione accanto ad altri padiglioni di altri Stati, ma di una presenza d’eccezione: non per la grandezza del padiglione - lo spazio interno è circa di 300 metri quadri - ma perché la Santa Sede non promuove nessuna iniziativa o prodotto di tipo commerciale». «Oggi in Italia oltre 4 milioni di persone (di cui il 70% cittadini italiani) sono sotto la soglia della povertà alimentare e il numero degli indigenti alimentari è in continuo aumento. Queste persone vengono sostenute nei loro bisogni primari da quasi 15 mila strutture caritative territoriali che attraverso i pacchi alimentari, le mense o altre forme d’intervento più innovative offrono aiuto a chi ne ha bisogno». Monsignor Domenico Pompili, sottosegretario della Cei, è partito da questo dato – in sala stampa vaticana, nella conferenza di presentazione di Expo 2015 – per illustrare «quello che le Chiese che sono in Italia già fanno per garantire alimentazione a chi ne è privo». «Expo 2015 – ha ricordato Pompili - intende immaginare un’altra giustizia alimentare, mettere a confronto Paesi di diverse aree geografiche su come migliorare la food security. Ma anche ripensare il ruolo di scienza e ricerca, indispensabili allo sviluppo di tecnologie per la gestione dei rischi». «La partecipazione della Cei ad Expo 2015 accanto alla Santa Sede e alla Diocesi ambrosiana – ha sottolineato - esprime un impegno che va oltre il tempo della prossima Esposizione universale di Milano». Più in dettaglio, «in termini di progettualità sviluppate dalla rete ecclesiale e in particolare dalle Caritas si possono distinguere, da un lato, quelle sul piano culturale per sensibilizzare le comunità sul corretto uso dei beni alimentari e, dall'altro, quelle orientate ad attivare processi e percorsi tradizionali e innovativi per il reperimento delle scorte alimentari da destinare ai poveri». «La Caritas italiana – grazie al sostegno della Cei che ad essa destina una parte significativa dei fondi dell’8x1000 - ha attivato nel 2013 un canale di finanziamento ulteriore relativo al rimborso di spese per l’acquisto di beni alimentari in favore di persone e famiglie». Rispetto a quest’ultimo filone, «sono pervenute a Caritas italiana solo tra giugno e dicembre 2013 più di 150 richieste di rimborso (pari al 70% delle Caritas diocesane) per circa 6 milioni di euro». «L’aumento di persone che richiedono aiuti alimentari è sintomo di un problema anzitutto di natura economica», ha osservato Pompili. «Poiché alcuni costi sono difficilmente comprimibili - le bollette, l’affitto, le rate di un debito o di un mutuo - per far quadrare le spese si taglia laddove, pur con sofferenza, si può tagliare: istruzione, salute e, appunto, cibo. E così sempre più persone, strette nella morsa della crisi, rinunciano in tutto o in parte agli acquisti alimentari, rivolgendosi poi a enti caritatevoli per sopperire a queste mancanze». «Un grande spettacolo», la sera del 18 maggio: si aprirà così la presenza della Chiesa ad Expo. Per questa occasione, infatti, la Diocesi di Milano e Caritas Ambrosiana invitano tutti i fedeli ad una grande serata di musica, teatro, arte, fede, condivisione, riflessione e preghiera (trasmessa in diretta nazionale da Tv2000). L’obiettivo è quello di condividere, insieme al cardinale Scola e a molti protagonisti del mondo dello spettacolo, il significato profondo che il messaggio di Expo rappresenta per la vita e per la fede. Al centro della serata, come spiega il responsabile della Comunicazione diocesana don Davide Milani, «l'esperienza che ciascuno di noi ogni giorno, più volte al giorno, compie: quella del nutrimento del corpo e del bisogno di cercare un cibo che sazi la fame più profonda di cura, condivisione, amore, senso dell'esistere. Nella consapevolezza che il cibo è una risorsa che il Creatore ha predisposto per tutti, ma purtroppo non a tutti è reso accessibile a causa dell'egoismo e dell'ingiustizia». Sul palco si alterneranno grandi nomi della cultura, del cinema, del teatro e della musica, accompagnati da un’orchestra (lo scrittore Luca Doninelli, Giuseppe Frangi, l’attore Giacomo Poretti, il regista Andrea Chiodi). La serata del 18 maggio in piazza Duomo sarà anche l'occasione per accogliere i delegati delle Caritas provenienti da 164 Paesi di tutto il mondo che, proprio durante Expo, celebreranno la loro assemblea generale. Il giorno dopo, infatti, nell’auditorium di Expo, si svolgerà l’Expo Day, atto inaugurale della presenza di Caritas: alla presenza di personalità religiose e civili, verranno illustrati i risultati della campagna mondiale «One human family, food for all» inaugurata da papa Francesco nel dicembre 2013. Dopo la conferenza della mattina le Caritas regionali presenteranno i loro progetti e le buone prassi nel mondo. Da: Incrocinews

 

Consiglio pastorale
Liturgia Scuole dell'Infanzia
Archivio In Cammino Università Terza Età
Archivio informatore Gruppi sportivi
Opere caritative Residenza  San Cristoforo
Don Marco Borghi (parroco) Via Roma 6 tel. 0245499663 - 3387793694 borghimarco66@gmail.com - Don Emilio Gerli (vicario) Via Comasinella 6 tel. 0236687755 - 3405784497 donemiliogerli@gmail.com - Don Samuele Lazzati Via D’annunzio 9 tel. 0266302514 - 3476609984 donsamuelelazzati@yahoo.it - Don Marco Fumagalli Via Roma 10 tel. 0287213715 - 3383064215 dmarcofuma@gmail.com - Suore Brusuglio: via Comasinella 6 tel.0236687756 suorebrusuglio@libero.it - Suore Ospitaletto Via Alfieri  tel.3451696258 - Centro ascolto Caritas Via Roma 6 tel.3281995049  Centro Famiglia via Villoresi 43 Bresso tel. 0266503439 - www.chiesadicormano.it